Contorsioni di Meloni, la destra all'assalto dell’Europa

Aumento dei prezzi dei carburanti, la Meloni sulle accise ci ripensa?

I sovranisti al governo sono costretti a darsi una regolata internazionale. Soprattutto la presidente del Consiglio, che inserisce la condanna nella nota ufficiale di Palazzo Chigi dopo l’incontro con Ursula von der Leyen. Le torsioni in politica estera sono spesso all'insegna dell'ipocrisia. E nel caso della visita della presidente della Commissione europea servono a strappare la revisione del Piano nazionale di ripresa e resilienza per non perdere i miliardi previsti e ottenere aiuti di Stato per contrastare il ciclopico piano statunitense di sostegno all'economia americana. Il commento di Amedeo La Mattina su Linkiesta.

Leggi tutto...

L’elezione diretta del premier, meglio del presidenzialismo

Meloni alla sfida delle riforme costituzionali. Sarà presidenzialismo alla francese?

Giorgia Meloni è tornata sul tema del presidenzialismo, coerentemente con quanto aveva già detto nel discorso programmatico alle Camere sulla fiducia e, soprattutto, in campagna elettorale. Anche stavolta ha fatto un esplicito riferimento al semipresidenzialismo francese, quale possibile modello da emulare. Il commento del prof. Tommaso Frosini, ordinario di diritto pubblico comparato e di diritto costituzionale nell'Università Suor Orsola Benincasa di Napoli.

Leggi tutto...

La doppia partita che l’Italia si gioca con il Pnrr

Il Pnrr della Meloni mette a rischio i conti dell'Italia?

Il ministro dell'Economia ha ragione nel mettere in guardia dal catastrofismo imperante (...) Il Governo ha stanziato finora 42 miliardi (la metà a debito) e servirà solo per passare l’inverno. Ad aprile si farà il punto e per allora Giorgetti spera nell’Unione europea: l’ipotesi è destinare all’energia almeno una parte dei fondi destinati a Repower Eu, cioè alla transizione energetica. Dunque, per impedire quella recessione finora evitata, dovrà entrare in campo l’Ue. E dovrà farlo due volte perché il 2023 è l’anno chiave per trasformare in cantieri gli impegni del Pnrr. Verrà da qui quasi tutto lo sforzo per rilanciare gli investimenti ed evitare che l’inevitabile riduzione dei consumi provochi un crollo del prodotto lordo. Il commento di Stefano Cingolani su il Sussidiario.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Newsletter


. . .