La sòla di Immuni e il fallimento di una classe dirigente

Una persona segnala via Whatsapp a un amico la sconcertante storia su Instagram di una ragazza che scopre, aprendo per caso l’app Immuni, di essere stata circa un mese prima a contatto con una qualcuno risultato positivo al virus. Cioè, testimonia la ragazza nel video, l’app Immuni non funziona, non avverte, non vibra per fare la cosa semplice per cui è stata progettata e scaricata, cioè segnalare il contatto con un positivo. In questo mese, se la ragazza fosse stata contagiata avrebbe potuto infettare chissà quante altre persone nonostante lo strumento previsto dallo Stato per tracciare la diffusione del virus fosse perfettamente al corrente del pericolo, solo che non è riuscito a comunicarlo. Christian Rocca su Linkiesta.

Sorpresa, l'app Immuni è una sòla (alla romanesca)

Leggi tutto...

I nostri servizi segreti su Immuni

Mentre molti Paesi a livello globale stanno studiando le misure tecnologiche per far fronte all’emergenza sanitaria attraverso lo sviluppo di applicazioni per il contact tracing, la discussione politica su Immuni, la piattaforma che sta realizzando Bending Spoons dopo essersi aggiudicata il bando del ministero dell’Innovazione, ha assunto toni da ultima spiaggia. Al punto che si sono addirittura mossi i servizi segreti dei Paesi interessati, facendo filtrare su agenzie e quotidiani legittime preoccupazioni rispetto alla gestione dei dati che verranno raccolti. Il commento di Giovanna Predoni su Lettera 43.

L'Immuni della discordia, i cinesi possono spiarci

Leggi tutto...

Immuni sì, immuni no. Il dibattito in Parlamento

Le applicazioni per il tracciamento nell’emergenza Covid 19 stanno sollevando dibattito sulla costituzionalità delle modalità di reperimento (e conservazione) dei dati e sulle funzioni dei dispositivi tecnologici. In Italia è il caso di Immuni, in Francia di StopCovid. (...) Si potrebbe immaginare che l'uso dell'applicazione sia presentato, dal governo, come uno strumento per il buon progresso dell'uscita dal confinamento, che consenta di evitare un ritorno al confinamento? Tante domande che un dibattito legislativo consentirà di decidere, al fine di infondere questa fiducia essenziale per un'ampia adesione all'applicazione. Il commento di Jean Philippe Derosier e Stefano Ceccanti su Huffington Post.

Il Parlamento deve ritornare a svolgere la sua primaria funzione legislativa

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Newsletter

. . . .