Deterrenza, ostaggi e Accordi di Abramo

  • Pubblicato in Esteri

La missione di Israele, sradicare Hamas!

Dopo l’attacco terroristico del 7 ottobre scorso, Israele appare determinato sulla necessità di sradicare Hamas da Gaza una volta per tutte soprattutto per non ritrovarsi tra qualche anno a dover affrontare nuovamente una situazione tragica come quella attuale. In tutta la sua breve ma travagliata storia, Israele è sempre riuscito a prevalere in ragione delle sue straordinarie capacità e del forte potere deterrente che le sue forze armate hanno saputo esercitare nei confronti dei suoi vicini arabi che, sin dal 1948, hanno accolto lo Stato degli ebrei con forte ostilità. Molte cose sono cambiate da allora: trattati di pace sono stati siglati con Egitto e Giordania, e dal 2020, una nuova formula economica, gli Accordi di Abramo, ha tentato di ampliare il numero di Paesi arabi pronti a stabilire normali relazioni con Israele. Emirati Arabi Uniti, Bahrein, Marocco, e Sudan hanno accolto questa prospettiva e, pochi giorni prima del 7 ottobre, l’Arabia Saudita sembrava avviata a fare altrettanto. Il commento dell'ambasciatore Giovanni Castellaneta sul sito Formiche.

Leggi tutto...

È davvero l’ora di un decoupling geopolitico?

  • Pubblicato in Esteri

Siamo all’alba di una catastrofe geopolitica per l’Occidente? No

L'interdipendenza economica lega le principali potenze globali e sarà dura da scardinare; quantomeno, anche nello scenario più negativo ci vorrà molto tempo per mettere in atto il decoupling di cui tutti parlano. E, come si diceva sopra, non è nell’interesse di Paesi come il Brasile chiudersi l’accesso ai mercati occidentali, quanto piuttosto il contrario, ovvero la volontà di mantenere buoni rapporti con quanti più partner economici possibili. Il commento dell'ambasciatore Giovanni Castellaneta sul sito Formiche.

 

Leggi tutto...

Le ragioni di un Consiglio per la sicurezza nazionale

Urge in Italia la costituzione di un Consiglio per la sicurezza nazionale

Da anni l’Unione europea dibatte sulla propria ambizione di diventare una potenza globale anche a livello di politiche di sicurezza e della difesa; tuttavia, si tratta di una discussione che fino a oggi ha prodotto pochi risultati concreti. Lo scoppio della guerra ha contribuito a riaccendere il dibattito tra gli Stati membri sulla necessità di dotarsi di un esercito europeo, ma la tentazione di muoversi in ordine sparso ha spesso preso il sopravvento. Le considerazioni dell'ambasciatore Giovanni Castellaneta.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Newsletter

. . . .