Meloni a Palazzo Chigi, senza strategia c’è solo caos

Governo Meloni: la maggioranza in confusione

Nei vecchi libri di strategia si comincia spiegando che chi difende tutto difende niente, chi attacca tutto attacca niente. Da questo principio banale derivano conseguenze varie e altrettanto banali: i nemici meno sono meglio è; i nemici vanno affrontati uno alla volta (...) L'Italia può reggere a lungo una polemica velenosa con Francia e Germania? (...) Chi ha ragione o chi ha torto, e neanche è dismettere con un colpo d'orgoglio il vecchio opportunismo italico "Francia o Alemagna purché se magna". Il punto è qual è l'obiettivo, fare la guerra alla Francia, alla Germania, ai migranti, a Mattarella? A tutti insieme, tutto in una volta? (...) Il commento di Francesco Sisci sul sito Formiche.

Leggi tutto...

La Russia perde l’Ucraina e si prende l’Italia?

  • Pubblicato in Esteri

Per Putin l’Italia è più importante dell’Ucraina

Gli ucraini difendono la loro terra. Sono testardi e coriacei, non c’è mancanza di combattenti. Le armi poi è solo un problema di permessi. Alle spalle, le maggiori potenze industriali del mondo, Usa e Ue hanno possibilità di forniture praticamente infinite (...) Con l'artiglieria i russi bombardano villaggi, paesini radendoli a zero. Costringono la popolazione a fuggire e poi occupano spazi vuoti che sono solo cumuli di macerie.
Cosa faranno di queste macerie? Ricostruiscono? E quanto gli costa? Lasciano tutto distrutto? E così creano un deserto che li contamina. Il commento di Francesco Sisci sul sito  Formiche.

Leggi tutto...

Le radici americane dell’Europa (e le nostre amnesie)

  • Pubblicato in Esteri

Conflitto Russia-Ucraina, il ruolo del Vecchio Continente

Mosca vuole/deve giocare il vecchio principio del divide et impera mettendo da una parte gli interessi di Polonia, da un’altra gli interessi tedeschi, da un’altra ancora quelli di Italia o Francia. Così la Russia potrebbe facilmente estendere la sua influenza politica su tutto il continente e quindi premere per estrarre vantaggi strategici ma anche economici da ciascun Paese separatamente. Il commento di Francesco Sisci su Formiche.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Newsletter