Governo Meloni, primi passi fragili e litigi inutili

Governo Meloni, primi passi fragili e litigi inutili

Le incertezze di Giorgia che a Palazzo Chigi fatica a dettare la sua linea

Giorgia Meloni ce la mette tutta, è sicura di saper quel che vuole, ma poi si disperde in liti da cortile con gli idioti che le danno della pescivendola, i sabotatori a cottimo che cercano di aprire un caso perché si è portata in viaggio la figlia, o stizzendosi con quei giornalisti che «meglio che lasciamo perde, va», tutti dettagli che frenano il suo decollo da statista. (...) Occorrerebbe una visione politica forte e limpida come quella di Paesi come gli Stati Uniti, il Regno Unito, la Francia o la Germania dove non si erogano fondi a pioggia sulla sola base di dichiarazioni fasulle, ma dove è lo Stato che va a cercare i suoi cittadini in difficoltà per restituirli al recupero della propria dignità. Il commento di Paolo Guzzanti su il Giornale.

Newsletter


. . .