C'era una volta il Parlamento...

Il parlamentare è ormai un’anima morta, legata al leader da un ferreo vincolo di mandato; il che, come in ogni servitù, lo induce alla rancorosa vendetta ogni volta che può agire in segreto, ad esempio col triste spettacolo della mancata elezione dei giudici della Consulta. In alternativa, se non è d’accordo, può solo disertare dal suo mandato (assentandosi o dimettendosi). Così Antonio Polito sul Corriere della sera.

Renzi umilia il Parlamento

Leggi tutto...

Sapore di Shoa a Pyongyang

  • Pubblicato in Esteri

Ciò che i nazisti hanno fatto non è qualcosa che appartiene al passato: succede ancora oggi. La differenza è che ora si tratta di un altro folle dittatore; dittatore che un giorno potrebbe fare la stessa, identica cosa ai prigionieri politici detenuti nei campi. E se la comunità internazionale e il mondo intero non se ne occuperanno e non agiranno, un domani quello che è già successo potrebbe succedere di nuovo, e il mondo finire per vederlo in tv, o in un documentario. Tutti vedranno ripetersi questa indicibile tragedia della storia; vedranno un dittatore malvagio che tormenta e uccide la sua gente nello stesso modo. Ciò che i nazisti hanno fatto non è finito. La crudeltà e l'orrore si stanno ripetendo, e continueranno a ripetersi, e se non lo raccontiamo alla gente, e non rendiamo nota quest'atrocità, questa situazione orrenda finirà semplicemente nello stesso modo, come allora, come durante la Shoah. Così Shin Dong Hyuk su La Stampa.

Ma per Razzi la Corea del Nord non era un paese democratico?

Leggi tutto...

Parlamentari che non lavorano e prendono uno stipendio d'oro

Quel che accade a Montecitorio e Palazzo Madama è vergognoso. Com'è possibile che un parlamentare non frequenti il proprio posto di lavoro e riceva ugualmente stipendi e prebende varie? Succede nel nostro Belpaese.  Il signor Renzi dovrebbe impegnasi in prima persona a cambiare questo stato delle cose italiche, faccenda intollerabile per un'Italia disastrata. Uno splendido articolo di Paolo Fantauzzi su L'Espresso, con tanto di nomi e di cognomi di parlamentari assenteisti da proporre alla gogna mediatica.

La nuova classe politica segue le orme di quella vecchia

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Newsletter