Amazon sfida Netflix

Da oggi è disponibile in 200 paesi, Italia compresa, il servizio di streming video Amazon Prime Video. 

Visto che attualmente sono un cliente Prime, il servizio per la consegna che da tempo include anche altri servizi come il Cloud per archiviare immagini, ho deciso di provarlo e paragonarlo a Netflix (che uso da qualche mese). 

Il catalogo di Amazon Prime Video attualmente non è particolarmente fornito e non ci sono contenuti italiani al momento, che dovrebbero arrivare prossimamente… abbiamo già visto con Netflix a quale ritmo aumentino i titoli a disposizione. 

Il servizio permette di vedere serie TV di produzione Amazon come The Grand Tour, Transparent, Mozart in the Jungle, The man in the high castle; contenuti per bambini come Creative Galaxy, Gortimer Gibbon’s life on Normal Street, Tumble Leaf e Wishenpoof. 
Ci sono molti altri titoli di larga distribuzione, che vediamo presenti su quasi tutte le piattaforme di streaming (AppleTV, Netflix, TIM vision etc,) come ad esempio le serie di Jurassic ParkTransformers, Fast & Furious etc. 
Nel catalogo arriveranno anche Crisis in Six Scenes, la serie tv di Woody Allen, Goliath di David E. Kelley con Billy Bob Thornton, la docuserie American Playboy: The Hugh Hefner Story, Sneaky Pete, prodotta da Bryan Cranston e Graham Yost, Z: The Beginning of Everything con Christina Ricci.

Per vedere i contenuti sul Mac ho utilizzato un browser (meglio Firefox e Chrome meno con Safari) con il plugin della Microsoft Silverlight (che io non ho mai molto apprezzato anche se più sicuro di Flash). In alternativa possiamo usare le apposite app su SmartTV, Smartphone e Tablet (Android e iOS)… incluso naturalmente il Tablet Fire della stessa Amazon. Non ho trovato l'app sull'AppleTV ma forse perchè ho la precedente generazione??? Sarà presto possibile scaricare tutti i contenuti per vederli quando non si è connessi ad internet (come da pochissimo implementato da Netflix). 

Veniamo alla parte economica della cosa, come per molti servizi on-line (Netflix, Spotify etc.) chi non è abbonato a Prime può usufruire di un mese di prova gratuita che, una volta scaduta, potrà essere rinnovata al costo di 19,99 € all’anno contro i 7,99 € da cui parte Netflix (ma sono mensili e per vedere in HD si passa subito a 9,99 €). Ricordo inoltre che nel costo di Amazon Prime Video è compreso il servizio di spedizione gratuita 1 giorno per i clienti che acquistano prodotti sul gigantesco store che ha segnato la svolta degli acquisti online. 

Che dire… una sfida impari al momento. 
Buona Visione!

Leggi tutto...

In Italia democrazia sempre più debole, Renzi gongola

Negli Stati Uniti, mai un presidente ha occupato la Casa Bianca senza vincere regolari elezioni. È questa la principale critica piovuta sulla serie prodotta dal canale on demand Netflix e tratta dai romanzi di Michael Dobbs, ex capo dello staff di Margareth Thatcher (pubblicati in Italia da Fazi). Il Washington Post , tramite Seth Masket, una delle sue firme politiche più influenti, ha elencato una serie di altre incongruenze, ancor più specifiche, relative al funzionamento della Casa Bianca e non solo: a Washington non ci sono solo due persone intelligenti; non sono i leader del Congresso a scegliere i candidati alla presidenza; il presidente non può candidare sua moglie per un importante incarico diplomatico. Un articolo di Maurizio Caverzan su il Giornale.

Renzi, premier anomalo

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS