Dai 30 ai 140 secondi…con un videotweet

Jack Dorsey, il creatore di Twitter

Twitter, il social più istantaneo conosciuto, ha deciso di dare ai suoi iscritti la possibilità di condividere video più lunghi, considerati i 30 secondi concessi finora. In linea forse con la fortuna costituita dai 140 caratteri del tweet, diventati emblema della comunicazione online e non solo, il social network ha stabilito il limite massimo dei video portandolo a 140 secondi. Poco più di due minuti nei quali potersi mostrare al pubblico di Twitter. Lo ha annunciato Jack Dorsey, creatore e amministratore di Twitter.

Questo era in realtà già possibile, ma solo per selezionati editori che continueranno ad avere la possibilità di pubblicare video nel limite dei dieci minuti. La novità interessa dunque gli utenti comuni, che saranno agevolati anche da un’ottimizzazione della fruizione dei filmati sul social network: si mira all’apertura del video a schermo interno con un click o con un touch. L’obiettivo è anche quello di rendere più semplice ed efficace la ricerca dei filmati in base ai personali interessi: in tal senso sarà prossimamente possibile scorrere una lista di suggerimenti di video simili a quello cliccato, come già avviene da tempo su Youtube.

Insomma: ottime notizie per gli utenti, specialmente per i più affezionati, che potranno avere una funzione più attiva e interattiva, sfruttando al massimo le nuove potenzialità messe loro a disposizione.

Ilaria Ruggiero, giornalista