L'Italia lavori per ridurre la dipendenza digitale dalla Cina

Necessaria l'indipendenza digitale dalla Cina La dipendenza digitale dei Paesi europei dalla Cina oggi è certamente maggiore che in altri Paesi come il Canada e gli Stati Uniti. Non era cosi all’inizio del millennio quando le università e le Big Tech della California attraevano numerosi giovani talenti dalla Cina e…
Leggi tutto...

La svolta digitale accelera

L'accelerazionismo è un'oscura disciplina nata in ambienti della destra libertaria, ma negli ultimi anni è diventata molto cara in quelli della sinistra radicale. A grandi linee professa la necessità di affrettare l'evoluzione tecnologica dei sistemi produttivi in modo da giungere all'automazione completa della società e a un'emancipazione dal lavoro. L'obiettivo…
Leggi tutto...

Meglio che niente

In America lo chiamano “silver bullet”, il proiettile d’argento che uccide il vampiro o qualunque altro mostro e che risolve tutti i problemi con un colpo solo. Davanti alla crisi da coronavirus siamo tutti disperatamente alla ricerca di un silver bullet, e anche se sappiamo che ce ne sarà soltanto…
Leggi tutto...

Italia non protagonista

«Le posizioni degli Stati che hanno siglato l'accordo sono diverse perché in questa situazione diversi sono gli interessi. E poi c'è un problema più generale: non abbiamo più leverage sugli iraniani, non siamo stati in grado di salvare l'accordo sul nucleare in questi mesi, cosa può proporre, concretamente, l'Europa all'Iran…
Leggi tutto...

L'israeliano Dov Moran ha rivoluzionato il mondo high tech

«Quindici anni, non di più». Poi ce ne dimenticheremo, come ci siamo dimenticati delle musicassette o delle diapositive del mare. Tutt’al più diverranno degli oggetti da collezione, per pochi appassionati. Ci vuole un grande esercizio di laicità per decretare la morte della propria creatura. Che nel 2033 — fra quindici…
Leggi tutto...