Necessaria una rivoluzione liberale nella burocrazia

“In Italia bisogna fare una rivoluzione liberale nella burocrazia. Bisogna passare dalla cultura del sospetto della Pubblica amministrazione verso imprese e cittadini a una cultura della fiducia. Passiamo da un regime autorizzativo asfissiante, come quello attuale, a un sistema basato sull’autocertificazione, in cui i controlli, rigorosi e approfonditi, si fanno…
Leggi tutto...

Uomini straordinari cercasi... disperatamente

In questo primo scorcio post-pandemia già si respira un’aria molle, un che di sospeso, come se una grande incertezza avvolgesse tutti gli attori politici e sociali, in attesa di un solleone che calmi un po’ un Paese ancora sotto shock per i tremendi mesi trascorsi in casa. Non è un…
Leggi tutto...

Stati Generali, il governo confuso, non sa cosa fare

Gli Stati Generali che partiranno venerdì sembrano, dunque, l’ennesimo tassello di una strategia puramente comunicativa, “poi magari rimarremo sorpresi e saranno l’avvio di chi sa quale cambiamento”. Il punto, secondo Panebianco, è che “tutti sappiamo da sempre che cosa bisognerebbe fare, non c’è bisogno di Stati Generali e al limite…
Leggi tutto...

I pericolosi (per il governo) Stati Generali di Conte

Villa Pamphili è un posto meraviglioso: c’è il laghetto coi pesciolini, il giardino segreto, ci svolazzano i parrucchetti dal collare, e la villa in sé è roba da principessa Sissi, da ballo delle debuttanti, molto oltre la consegna del Telegattone: luogo di regalità, per quanto declinante e periclitante, e dunque…
Leggi tutto...