Tutti i partiti con le ossa rotte, tranne uno

Sarà un governo anche dei partiti, non solo tecnico, quello che inizia il suo corso alle Camere questa settimana, ma i partiti, chi più chi meno, tranne uno, escono con le ossa rotte dalle vicende che hanno portato al suo insediamento. Le convulsioni del Movimento Cinque Stelle sono fin troppo evidenti, documentate, esplicite persino. Il commento di Corrado Ocone su Formiche.

Il duo Mattarella-Draghi ha messo alla porta i partiti

Leggi tutto...

Il premier traballa e decide di galleggiare

Pd, M5S e Leu dicono al Capo dello Stato che sono pronti a partecipare ad un governo presieduto da Conte nella sua terza versione politica. Nel secondo, Italia Viva e Forza Italia diranno che sono disposti a ragionare su un coinvolgimento governativo (ma solo in versione «unità nazionale» per Berlusconi) a patto che Conte faccia un passo indietro. Il presidente Mattarella ha un bel rebus da sciogliere... Il commento di Andrea Ferrari su L'Eco di Bergamo.

A Palazzo Chigi si sceglie la linea del galleggiamento

Leggi tutto...

L’occasione storica sprecata da Meloni e Salvini

Agitare la bandiera di possibili elezioni anticipate (richiesta che avvantaggia solo Giuseppe Conte e i cacciatori di Responsabili) oppure sporcarsi le mani per il Paese, dare prova di avere una ricetta, un’idea, oltre i vecchi slogan contro gli immigrati e l’Europa? Il commento di Flavia Perina su Linkiesta.

Gli errori del centrodestra, non sanno approfittare della debolezza di Palazzo Chigi

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS