La truffa del governo gialloverde

La più grande truffa del governo del cambiamento deve ancora arrivare. E se hanno un peso le parole di Giancarlo Giorgetti, che ieri ha evocato per la prima volta lo spauracchio della crisi, comincerà a materializzarsi a partire dal 27 maggio prossimo, appena si delineeranno i risultati delle elezioni europee. La più grande truffa è la rottura artificialmente indotta tra Lega e Cinque Stelle per evitare di mettere mano alla legge di bilancio lacrime e sangue del prossimo anno. Quella con cui bisognerà pagare il prezzo (e gli eventuali fallimenti) di Quota 100 e del Reddito di Cittadinanza. L'editoriale di Francesco Cancellato sul sito Linkiesta.

 

 Dopo le Europee il governo di fronte ad un ostacolo grande come una casa, la legge di bilancio</a></p>"
Leggi tutto...

Fallimento delle scelte in economia di Palazzo Chigi

I due provvedimenti-chiave del governo dovevano lavorare in modo complementare, riattivando il mercato del lavoro e colmando le uscite per pensionamenti. Invece, credo che anche i sassi abbiano capito che il reddito di cittadinanza sarà un incentivo all’inattività sostanziale, pur se non a quella statistica. Il combinato disposto delle due misure sarà maggiore spesa corrente, maggior tasso di dipendenza, minor tasso di partecipazione alla forza lavoro. Il commento sul sito Phastidio

I limiti della politica economica del governo gialloverde

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS