Debito e benvivere dopo l'inferno della pandemia

I commissari Valdis Dombrovskis e Paolo Gentiloni hanno dunque annunciato che il Patto di stabilità europeo resterà sospeso per tutto il 2022 e sarà ripristinato con regole diverse nel 2023. Su quello che accadrà allora e sulle nuove regole macroeconomiche che saranno in vigore si giocherà molto del nostro futuro economico. Da questo punto di vista sarebbe veramente un delitto non mettere a frutto la lezione della pandemia (...) La via più razionale da seguire dopo la pandemia sta nel mantenimento e rafforzamento dell'impegno della Bce a detenere (rinnovando a scadenza) una quota di titoli di debito pubblico dei Paesi membri in cambio di regole fiscali non ispirate all'austerità, quanto piuttosto a un utilizzo intelligente di risorse e investimenti.Il commento del prof. Leonardo Becchetti  su Avvenire.

L'Italia deve pensare al dopo-Covid, oggi!

Leggi tutto...

Il (nuovo) governo deve tornare a fare politica estera

  • Pubblicato in Esteri

Gli Stati Uniti hanno chiarito che si tratta di una decisione di routine, e serve soltanto a riesaminare i contratti, ma il suo valore simbolico è evidente e segnala la discontinuità rispetto all’atteggiamento di Donald Trump, che non ha esercitato alcuna pressione su Riyad dopo l’omicidio di Jamal Khashoggi, e anzi ha intensificato i rapporti con l’Arabia Saudita. Il commento di Francesco Maselli su Linkiesta.

Italia, grazie a Di Maio fanalino di coda in politica estera

Leggi tutto...

Consiglio non richiesto, il Mes fa bene all'Italia

Sarebbe stato bene se Giuseppe Conte, invece di pavoneggiarsi come Napoleone dopo Austerlitz, avesse spiegato al Paese quello che ieri è toccato spiegare a Paolo Gentiloni, cioè che l'autunno (ma anche l'inverno e la primavera prossima) dovremo affrontarli con altri mezzi, diversi dai famosi 209 miliardi del Ricovery fund che arriveranno solo «nella seconda metà del 2021». (...) Era infatti trapelato un certo nervosismo in via XX Settembre. Gualtieri adesso vorrebbe soldi freschi per iniziare a realizzare qualcosa di più concreto del Festival di Villa Pamphilj o delle passerelle in Parlamento e per questo, in oggettiva sintonia con Paolo Gentiloni, chiede di utilizzare il Mes. Il commento di Mario Lavia su Linkiesta.

Caro Conte, richiedi il Mes o saranno guai grossi per l'Italia

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS