Considerazioni sul cambio della guardia a Palazzo Chigi

“Il coraggio, uno, se non ce l’ha, mica se lo può dare” faceva dire Manzoni a Don Abbondio ne “I promessi sposi”. Non c’è concetto più calzante in questo caso. Nel momento del redde rationem è stato quel manipolo di parlamentari coraggiosi, di cui abbiamo detto sopra, a prendere la situazione in mano e a porre fine a una farsa grottesca e pericolosa. Grazie a loro, oggi, possiamo dire che sì, ne valeva la pena. Il commento di Mattia Marchesi su il Riformista.

C'è ancora chi rimpiange Giuseppe Conte!

Leggi tutto...

La Troika che l’Italia rischia di ritrovarsi in casa

Il concetto chiave del primo intervento fu quello del debito buono, quello del secondo invece era la necessità di sostegni mirati all’economia che evitassero il proliferare di cosiddette zombie firms. Fondamentali, entrambi (...) Una larga parte dei partecipanti politici alla coalizione del nostro governo pare non abbia ben chiaro il potenziale dirimente di questa concomitanza di eventi per il futuro del nostro Paese. Altrimenti, eviterebbe certe prese di posizione ridicole per un'ora di coprifuoco.Mauro Bottarelli su i Sussidiario.

L'Italia su una china pericolosa, i partiti lo sappiano

Leggi tutto...

Gli uomini o le donne “da” presidente

Metti che Sergio Mattarella, come ha detto centinaia di volte, non abbia alcuna intenzione di essere riconfermato e che nei colloqui con i leader politici ripeta come un ritornello: è ora che al Quirinale ci sia una donna, per esempio la Guardasigilli Marta Cartabia… (...) Quale maggioranza eleggerà il Presidente e se le larghe intese reggeranno alla stress test di gennaio ed eventualmente cosa potrebbe sostituirle.Le considerazioni di Carlo Fusi su Formiche.

Inizia la maratona per il Quirinale, tutti i corsa

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS