Amministrative, probabile débacle sovranista

Nei prossimi mesi potrebbe essere quella di un certo smarrimento strategico di una destra platealmente divisa in tre, mentre Mario Draghi va avanti facendogli ingoiare qualunque boccone, con un Salvini in crisi e la stessa Giorgia Meloni bloccata in un’opposizione in fin dei conti innocua. Sarebbe uno scenario completamente diverso da quello che gli amici italiani di Viktor Orbán immaginavano fino a poco tempo fa, un imprevisto nuovo atto di questa incredibile legislatura. Il commento di Mario Lavia su Linkiesta.

Amministrative, i rischi del centrodestra

Leggi tutto...

Conte vuole "dibattistizzare'' i Cinquestelle?

I grillini diranno che alle Amministrative gli va sempre male, non avendo radicamento sul territorio: come se fosse una giustificazione. Avranno pochi voti alle loro liste e stavolta nessun sindaco, con probabile pessima figura di Virginia Raggi, sinora totalmente evanescente nel dibattito pre-elettorale a Roma. A Milano rischiano una figuraccia epocale. Altrove sono del tutto ininfluenti tranne, forse, che a Napoli, grazie all’“indotto” fichian-dimaiano. Il commento di Mario Lavia su Linkiesta.

Draghi non dorme sogni tranquilli, Conte lo turba

Leggi tutto...

Gli errori di Giorgia Meloni

La rabbia di Giorgia per le recenti fregature che Berlusconi e Salvini le hanno rifilato (l’ultima sul Cda Rai) era scontata ma è stata un po’ troppo sopra le righe per non generare l’ipotesi che la leader di Fratelli d’Italia si stia d’un tratto accorgendo che la sua ascesa è ostacolata in ogni modo, e da tutte le parti. E lo sarà sempre più (...) Meloni, nella sua foga populista, ha pensato di avere "il popolo" con sé, come già accadde ai vari Dibba, contro "le élite", qualunque cosa per lei il termine voglia dire. Il commento di Mario Lavia su Linkiesta.

Giorgia Meloni ad un bivio

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS