Conte 2 salvo, grazie a Bruxelles e Bce

Conte in versione Prima Repubblica

Il banchiere è diventato una sorta di spettro per l’inquilino di palazzo Chigi, che ovviamente vede come fumo negli occhi qualsiasi ipotesi di governo di unità nazionale o formule di questo tipo. E quindi, appena avuta l’opportunità, alla prima uscita dopo un lungo silenzio estivo, Conte utilizza un metodo da “Prima Repubblica” per allontanare l’ipotesi Draghi dai palazzi romani: lodi pubbliche, tanto miele e riconoscimento di uno standing superiore alle beghe da cortile della politica italiana. “Quando si invoca Draghi penso lo si tiri per la giacchetta. Il commento di Gianni Del Vecchio su Huffington Post.

Conte teme Draghi

Leggi tutto...

Mes? Legge elettorale? Ne parliamo in autunno

Sbaglia chi pensa che la lunga sequela di rinvii sia per Giuseppe Conte un modo per preservare le vacanze, sue e dei parlamentari. In realtà, guardando a come Palazzo Chigi gestisce i dossier sui quali la maggioranza è litigiosa (quasi tutti, per la verità), quella del premier è una vera e propria tattica del rinvio: portare la discussione all’ultimo momento utile, quando proprio non si può fare a meno di prendere una decisione, per spuntare un accordo dell’ultimo minuto. L’esempio del dossier Autostrade è illuminante: una decina di giorni fa la trattativa con i partner di maggioranza e con i Benetton durò per tutta la notte, allungando il consiglio dei ministri fino all’alba, fino a quando non si trovò un’intesa. Intesa inevitabile, dopo due anni di tira e molla, perché altrimenti non si sarebbe potuto inaugurare il nuovo Ponte di Genova. I commento di Gianni Del Vecchio su Huffington Post.

Conte: "E' agosto, godiamoci qualche settimana di meritate ferie!"

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS