Convulsioni a 5 stelle! Caos pentastellato, Draghi infuriato

Braccio di ferro di Conte con Draghi. Anche con chi non si è ben capito quanti spazi di autonoma manovra nel partito abbia lasciato al suo presidente. Draghi, dal canto suo, capito il gioco, cogliendo il pericolo del logoramento, da cui in Italia nessuno è immune, ha deciso di tagliare corto: ha concesso quel che poteva concedere e per il resto non avrà timore, domani, di far votare la fiducia. Che comunque questa partita gli sia costata non poco, anche se porterà a casa l’obiettivo della riforma entro la data prevista, lo si capisce da almeno due elementi: da una parte qualche défaillance nella comunicazione, che si è mostrata nell’ultima conferenza stampa, ad esempio, troppo nervosa per i suoi standard; dall’altra, nella necessità di rimandare a questo punto a settembre i provvedimenti su fisco e concorrenza che pure erano stati programmati per fine luglio. Il commento di Corrado Ocone su Formiche.

Governo Draghi a rischio, M5S sulle barricate

Leggi tutto...

Il senatore di Rignano pensa al Quirinale

Qualcuno ogni tanto preconizza persino il suo ritiro a dorata vita di conferenziere in giro per il mondo. Ma, in verità, siamo sicuri che così non sarà e che, anche dalla sua nuova posizione, il “senatore semplice di Rignano”, come viene chiamato, saprà inventarsi qualcosa. D’altronde, la prossima elezione del Presidente della Repubblica è un bottino troppo grosso per pensare che il nostro non ci provi. Il commento di Corrado Ocone su Formiche.

Il Quirinale fa gola al sen. Matteo Renzi, lui gioca d'anticipo

Leggi tutto...

Tutti i partiti con le ossa rotte, tranne uno

Sarà un governo anche dei partiti, non solo tecnico, quello che inizia il suo corso alle Camere questa settimana, ma i partiti, chi più chi meno, tranne uno, escono con le ossa rotte dalle vicende che hanno portato al suo insediamento. Le convulsioni del Movimento Cinque Stelle sono fin troppo evidenti, documentate, esplicite persino. Il commento di Corrado Ocone su Formiche.

Il duo Mattarella-Draghi ha messo alla porta i partiti

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS