I rischi che corre Renzi ad accordarsi con l'ex Cav.

Matteo Renzi non sembra uomo da battaglie frontali: lo vediamo scaltro, cauto, transigente, politico da lungo corso, col futuro baricentro elettorale in punti prossimi alle acque d'Arcore; meglio così che se regnassero il pirata en chef o suoi manutengoli, ma vampiri in colletto bianco succhieranno ancora sangue dall'esausta Italia. L'allora sindaco non lesinava i giudizi morali (v'erano incappati nomi del governo Letta). Speriamo che ritrovi la chiave. Così Franco Cordero su la Repubblica

Il tribuno Matteo ci ricorda qualcuno...

Leggi tutto...

Matteo sfoglia la margherita...

Ce la farà o no il nostro piccolo eroe fiorentino a completare il percorso riformistico, con tutti gli ostacoli che si trova davanti? Vediamo. Cominciando dalla mistica delle riforme costituzionali; le promuoveva il Quirinale, tale essendo l'obiettivo della «larghe intese»: le quali erano veicolo d'un regime consortile dove il Pd sarebbe stato junior partner, perché nella XVI legislatura Re Lanterna era padrone, ma in 42 mesi dilapida il capitale, fino alle squallide dimissioni, sabato 12 novembre 2011. Furioso e gemebondo, lamentava le maglie strette d'una Carta obsoleta e i lunghi percorsi legislativi, imputabili alla struttura bicamerale, ululando ogniqualvolta la Consulta dichiarasse invalide norme disegnate sulla sua anomala misura. Il Colle guardava, indifferente all'immane conflitto d'interessi e coinvolto in manovre d'abusiva immunità. L'eclissi dura un anno: redivivo, sfiora la clamorosa rivincita; nasce un governo bicolore guidato da Letta nipote, la cui storia familiare e politica vale un programma; e chi elabora le novità supreme, ministro competente? Gaetano Quagliariello, centurione berlusconiano. Marchiate dall'oligarchia partitica, le Camere attuali erano le meno idonee a rifondare lo Stato. Così tengono banco questioni artificiose su cui il governo s'impegna a vuoto. Così il prof. Franco Cordero su la Repubblica.

 

la vita difficile del premier rottamatore

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS