La Draghimania mette in pericolo il bipolarismo Lega-Pd

La Draghimania mette in pericolo il bipolarismo Lega-Pd

Il fattore D non come scelta tecnica ma come opzione politica. L’entusiasmo che ieri ha contagiato l’élite politico-giornalistica di Twitter (per quello che vale) dopo la conferenza stampa di Mario Draghi può essere, chissà, l’anticipazione di una draghimania a livello più generale, di massa, presso un’opinione pubblica che altro non chiede che competenza e serietà prendano finalmente il posto di politicismi e tattichette da semiprofessionisti della politica tipiche del contismo come incarnazione 2.0 del trasformismo ottocentesco. Il commento di Mario Lavia su Linkiesta.

La presidenza Draghi rischia di vanificare gli sforzi di Letta e Salvini