Letta: asse con Draghi e fine della subalternità ai grillini

Letta: asse con Draghi e fine della subalternità ai grillini

Tocca a Letta rimettere in acqua una nave ridotta a una zattera e farle riprendere il mare della politica in un momento delicatissimo della vita nazionale. Se lo lasciano fare – come crediamo, perché chi ha la forza adesso di mettergli i bastoni fra le ruote – e se lui saprà ridare un senso a questa storia, le cose gli andranno bene. E la novità di un Partito democratico che fa politica provando a scrollarsi di dosso la subalternità a un M5S di nuovo pretenzioso sarebbe un fattore di stabilità e dinamismo insieme. Le due cose che servono a un’Italia che sta per tornare in zona rossa. Un Partito democratico che dopo tante traversie si connetterebbe allo spirito del tempo. Il commento di Mario Lavia su Linkiesta.

Il Pd a guida Letta non sarà più subalterno al M5S