M5S sulla portata eversiva della presidenza Trump

M5S sulla portata eversiva della presidenza Trump

Cercare un filo logico nelle cose che dicono Di Maio e i suoi fratelli è inutile, invece è utile sottolineare le tante cose pericolose che professano. Nell‘intervista a Malaguti della Stampa, per una volta non ha fatto cenno al superamento dei parlamenti, all’imposizione del vincolo di mandato e ad altri analfabetismi democratici (...) Domanda al ministro degli esteri: «Ministro, Trump o Biden?» E Di Maio ha risposto: «Gli Stati Uniti, innanzitutto. Poi per esperienza personale posso dirle che con l'amministrazione Trump si lavora molto bene e con Mike Pompeo si è instaurato un legame di amicizia». E ancora «Per l'Italia non cambia niente se vince Trump o Biden »Il commento di Christian Rocca su Linkiesta.

Povero ministro Di Maio, sono tutti contro di lui!