Cirino Pomicino sul referendum: ''No'' secco

Cirino Pomicino sul referendum: ''No'' secco

“Il signore sì che se n’intende”, recitava un famoso refrain pubblicitario del mitico Carosello. E non vi è dubbio che di vita parlamentare Paolo Cirino Pomicino se ne intende, e tanto. Per averla “frequentata” da protagonista in varie epoche della storia repubblicana. (...) ''Questi giovanotti senza arte né parte che sono al Governo, parlano della efficienza: minore è il numero dei parlamentari più grande è l'efficienza delle Camere. Ma non c'entra nulla, perché l'efficienza delle Camere è disciplinata dai regolamenti ed essi possono essere modificati non dalla legge ma da una decisione della stessa Camera attraverso una procedura certamente molto più rapida dell'approvazione di una legge. Nel 2006, in qualità di capogruppo della Dc-Psi, presentai una proposta di modifica del regolamento all'assemblea dei capigruppo, ma tutti si dichiararono contrari, in particolare Forza Italia e Ds''. L'intervista di Umberto De Giovannangeli a Paolo Cirino Pomicino sul Il Riformista.

Si allarga la schiera dei sostenitori del NO al referendum