Il destino dei parlamentari nelle mani di Salvini

Il destino dei parlamentari nelle mani di Salvini

Il sogno di Renato Brunetta? L’Italia apre gli occhi, capisce che la rappresentanza serve e la riforma-totem dei Cinque stelle viene bocciata contro ogni pronostico. Cosicché la democrazia parlamentare si salva dalla mattana populista. Vengono stoppate ulteriori riforme, tipo i referendum propositivi che seguirebbero a ruota, e non finisce qui; anzi, per effetto della vittoria dei “no” propiziata da Salvini, si sviluppa a quel punto una reazione atomica. Il commento su Huffington Post di Ugo Magri.

L'esito referendario nelle mani di Sakvini