Palazzo Chigi, l'ipocrisia al potere

Palazzo Chigi, l'ipocrisia al potere

L’esibizione del Partito democratico negli ultimi giorni, davanti alle intercettazioni pubblicate dalla Verità, è stata più piccina che esecrabile. Insomma, saltano fuori membri togati del Csm (il sacro luogo dell’autogoverno della magistratura) impegnati a riconoscere le ragioni di Matteo Salvini indagato in Sicilia per gli sbarchi negati, e tuttavia a dargli pubblicamente addosso per convenienza politica (...) Non è il caso, dopo tre decenni a nascondersi dietro un irrisolto senso di superiorità, intellettuale e morale, e a giocarsi le inchieste di procura per degradare l'avversario non sapendo innalzare sé, di mettersi a fare un po' di normale, semplice, dignitosa politica, per quanto si può? Il commento di Mattia Feltri su Huffington Post.

Le grida manzoniane di tutti: riforme per l'Italia, ma chi le deve fare?