Il segreto del successo di Giuseppe Conte

Il segreto del successo di Giuseppe Conte

Il segreto di Conte sta nella pochezza dei propri rivali. “Nulla se mi considero, molto se mi confronto”, è un modo di dire risalente a Sant’Agostino. Nel caso del premier, il detto sembra cucito su misura da un sarto. Lui perlomeno ha una professione liberale, una laurea, un riconoscimento accademico e sa come destreggiarsi nei cavilli giuridici. Quando si esprime nella lingua di Shakespeare, che è l’esperanto dei consessi internazionali, non suscita l’ilarità dei suoi più agguerriti rivali. In patria trasmette un senso démodé di educazione che fa ancora presa sulla gente semplice, quella che si spellava le mani per Berlusconi e ora cerca un erede del Cav. Il commento di Ugo Magri su Huffington Post.

Giuseppe Conte, 2 anni a Palazzo Chigi