Il Belpaese perennemente in campagna elettorale

Il Belpaese perennemente in campagna elettorale

Alcide De Gasperi nel ’48 non pensava davvero che i comunisti mangiassero i bambini, e nemmeno il più acerrimo dei suoi nemici lo ha mai ipotizzato; ma chi oggi potrebbe dire lo stesso di Luigi Di Maio, quando in un video del luglio scorso definiva il Pd il partito che in Emilia Romagna «toglieva alle famiglie i bambini con l’elettroshock per venderseli»? Chi potrebbe giurare che Matteo Salvini non consideri davvero una grande strategia uscire quatti quatti dalla moneta unica lasciando dietro di sé una lunga scia di minibot con l’effigie di Claudio Borghi? il commento di Francesco Cundari su Linkiesta.

La diffusione del Coronavirus sta creando difficoltà a tutti i sovranisti