Il M5S e il confitto di interessi. Il suo e di Parisi

Il M5S e il confitto di interessi. Il suo e di Parisi

Il sipario sulla parabola del professore del Mississippi Mimmo Parisi potrebbe alzarsi o calare del tutto nel cda dell’Agenzia nazionale delle politiche attive (Anpal) del prossimo 25 novembre. L’italoamericano, portato da Luigi Di Maio in Italia alla presidenza di Anpal e presentato nelle convention come guru del reddito di cittadinanza e padre dei navigator, lunedì tenterà l’ennesima carta per incassare la vendita della sua app “Italy Works”, che replicherebbe in Italia la piattaforma di incrocio tra domanda e offerta di lavoro che Parisi ha già venduto negli Usa allo Stato del Mississippi (Mississippi Works). La strategia del prof esperto di dati sarà quella di convincere gli altri membri del cda della parzialità del documento di consulenza prodotto dalla società Ernst & Young su richiesta di Anpal, che smonta pezzo per pezzo il piano milionario Parisi. Il commento di Lidia Baratta su Linkiesta.

Spreco di denari pubbici per far contento Luigi Di Maio e... Mimmo Parisi!