Crisi di governo, in soccorso Mario Draghi

Crisi di governo, in soccorso Mario Draghi

Prima di sapere se il presidente della Bce, in uscita ad ottobre, potrebbe essere disponibile a un tale incarico - e chi lo conosce bene sa che lo rifugge nella maniera più assoluta e solo un forte pressing del Colle potrebbe fargli cambiare idea - c’è da chiedersi però perché gli eredi del Partito Comunista e della Democrazia Cristiana, siano sempre alla ricerca di un papa straniero. Come se loro, oltre a non intercettare più le esigenze dell’elettorato di riferimento, non fossero nemmeno in grado di capire le istanze della società. Eppure il programma da affrontare con un Governo di legislatura, che nasca per evitare l’immediato ricorso alle urne, è abbastanza chiaro. Il commento di Roberto Sommella su Huffington Post.

Grazie a Mario (non Monti) Draghi se i mercati non ci affossano