Il governo giallo-verde sfida Juncker e Moscovici

Il governo giallo-verde sfida Juncker e Moscovici

L’annuncio del governo di un deficit al 2,4% per i prossimi tre anni è fondato su previsioni di crescita irrealistiche, che implicano un deficit ben più alto. Ciò ha fatto bruciare alla Borsa di Milano 22 miliardi (l’1,27% del Pil) di capitalizzazione in un solo giorno. Ma per Di Maio la colpa è dei media, dell'opposizione, e delle istituzioni europee che criticano l'assurda politica fiscale del governo. Ma gli investitori – cui ogni anno chiediamo 400 miliardi di prestiti, come ha ricordato il Governatore della Banca d'Italia – reagiscono per tutelare i propri risparmi. Le Agenzie di rating aspettano la manovra di bilancio per decidere se declassare il rating del debito sovrano italiano. Il commento di Roberto Castaldi sul Messaggero Veneto.

Di Maio e Salvini contro la Costituzione