Ci risiamo, è di nuovo bagarre per la legge elettorale

Ci risiamo, è di nuovo bagarre per la legge elettorale

Care (e)lettrici e (e)lettori che sulle spiagge fra un bagno e l’altro e fra una bibita e un gelato vi chiedete con quale legge si andrà a votare, prestate un po’di attenzione anche saltuaria a quel che dicono i politici. Vogliono farvi credere che preparano una legge buona per voi e per il sistema politico che diventerà finalmente governabile. È l’oggetto di loro oscuri desideri. Per metà non sanno di cosa parlano poiché i meccanismi elettorali hanno sempre qualche elemento di complessità che sfugge loro, per l’altra metà, manipolano. Primo punto, non credete a chi vi dice che purtroppo stiamo tornando alla proporzionale. L'opinione del politologo Gianfranco Pasquino sul Messaggero Veneto.

Legge elettorale, l'imbroglio dei politici