Italicum, da Silvio disco rosso a Matteo

Italicum, da Silvio disco rosso a Matteo

L'ex Cavaliere non controlla più i suoi gruppi parlamentari, che Fitto per esempio - come gli disse lo stesso Berlusconi - «si muove d’intesa con D’Alema». E a voto segreto ognuno cercherà la propria intesa. Così la battaglia sulla legge elettorale si trascinerà ai supplementari con la corsa al Colle. E siccome (quasi) tutti in Parlamento sono tifosi del Consultellum che non piace a Renzi, (quasi) tutti punteranno su un capo dello Stato che non piaccia a Renzi. Ecco l’ultima vera partita che può giocare Berlusconi, ormai politicamente debole nel Paese ma non del tutto nel Palazzo. Si vedrà quale sarà il destino di Forza Italia, che ne sarà dell’intesa con Alfano che il Cavaliere si dice pronto ad incontrare. Le considerazioni del retroscenista del Corriere della Sera Francesco Verderami.

Le riforme che non decollano