I conti (sbagliati?) di Conte

Gira una certa aria di felicità a sinistra, in questo fine anno. Complici le sardine e Giuseppe Conte. Delle buone ragioni e delle speranze che le prime hanno generato non c’è molto da aggiungere alle tante lodi. Misterioso rimane invece, almeno ai miei occhi, il fatto che Giuseppe Conte sia…
Leggi tutto...

Morte dei partiti e della politica

I partiti (che non ci sono più, n.d.r.). Che tornino a essere riconoscibili davanti agli elettori per una visione dell’Italia e del mondo, non per slogan o programmi magari furbi, anche urticanti e persino odiosi - talmente generici sulle questioni 'vere' da essere inutili; che si dotino di una classe…
Leggi tutto...

La maggioranza silenziosa non esiste più

La voglia dell’«uomo forte» rivelata dai dati del Censis più che di un desiderio di soluzioni dittatoriali o comunque contrarie alla democrazia liberale testimoniano sostanzialmente di qualcosa d’altro: di un’insoddisfazione radicale per il pessimo funzionamento del Paese. È un’insoddisfazione che si accentra su quello che è effettivamente il punto cruciale…
Leggi tutto...

Conte 2 sull'orlo di una crisi di nervi

L’immagine che la compagine di governo sta dando è desolante: divisi su tutto. In queste condizioni la sessione di bilancio arranca, accumulando ritardi clamorosi. Con ogni probabilità per la prima volta nella storia della Repubblica la Camera dovrà accettare a scatola chiusa quanto questa settimana verrà votato al Senato. Un…
Leggi tutto...

Esplosione del Movimento delle Sardine

Fantascenario che certo è una battuta, ma anche un auspicio e la rappresentazione ideale di una società italiana completamente rifondata. Che vuole lasciarsi alle spalle 20 anni e più di cattiva politica, di protagonismi maleducati e incompetenze esibite. Il commento di Giorgio Triani su Lettera 43. Il Movimento delle Sardine…
Leggi tutto...