Trump, via libera ad Erdogan per l'invasione della Siria

  • Pubblicato in Esteri
Di nuovo gli errori dell'Iraq. Si è combattuto e si combatte per liberarsi. O per solidarietà verso i curdi e contro la piaga dell’Isis, minaccia anche per l’Occidente. Nel Rojava dove Erdogan intende aggredire il suo «problema curdo» e spedire, in prospettiva, parte degli oltre 3 milioni e mezzo di siriani riparati in Turchia dal 2011, vivono anche assiri, turkmeni, arabi, distinti anche tra minoranze religiose yazide e cristiane. Chi abita la regione autonoma è contro l’invasore turco e la violenza dei ricollocamenti di migliaia di siriani in gran parte originari di aree più meridionali. Creare questa miscela, nella Siria appena e solo precariamente pacificata, «è come ripetere l’errore. Il commento di Barbara Ciolli su Lettera 43.


Trump da l'Ok ad Erdogan per l'attacco ai curdi siriani

Leggi tutto...

Caso Turchia, il fallimento di Erdogan

  • Pubblicato in Esteri

Come è possibile che in pochissimo tempo la Turchia, da tutti indicata quale esempio da seguire in termini di crescita e sviluppo economico, sia entrata in una violenta crisi economica e finanziaria dalla quale fatica a sollevarsi? Quali sono le ragioni dell’involuzione? E il paese riuscirà a tirarsi fuori rapidamente da questa situazione? Il commento di Rony Hamaui sul sito La Voce Info.

La Turchia di Erdogsn dal boom allo sboom!

Leggi tutto...

Sauditi, Emirati e le bombe sullo Yemen

  • Pubblicato in Esteri

«In risposta all’assassinio di Jamal Khashoggi e ai bombardamento del regime nello Yemen», il governo finlandese ha ritenuto giusto allargare la black list sull'export di armi anche gli Emirati Arabi. Aggiunta tutt'altro che insignificante, visto che di armi agli Emirati Arabi i Paesi occidentali ne vendono parecchie, e che le commesse bandite a Riad possono rientrare dalla finestra attraverso Abu Dhabi o Dubai: gli Emirati sono il principale alleato dell'Arabia Saudita nelle campagne militari, più di un suo Stato satellite. Intanto la coalizione filo-saudita, che dal 2015 bombarda indiscriminatamente lo Yemen, ha sul terreno le forze emiratine (soprattutto mercenari stranieri), per le organizzazioni per i diritti umani autori di gravi crimini di guerra. Il commento di Barbara Ciolli sul sito lettera43.

Yemen, la guerra dimenticata

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS