Erdogan entra in suolo straniero

  • Pubblicato in Esteri

Erdogan è entrato in suolo straniero, alleandosi con le bande qaediste finanziate dai petroldollari del Golfo, per sconfiggere i curdi nel nome della guerra globale al terrorismo, dopo aver mercanteggiato con l'Isis. Ha catturato la roccaforte curda di Afrin, scatenando dubbi nella comunità internazionale. In risposta Assad potrebbe convincersi a reagire stringendo un patto con la minoranza curda. Il commento di Alfredo De Girolamo ed Enrico Catassi sul Messaggero Veneto.

La Turchia invade la Siria. E l'Occidente?

Leggi tutto...

Curdi siriani cacciati dalla loro terra

  • Pubblicato in Esteri

Erdogan è entrato in suolo straniero, alleandosi con le bande qaediste finanziate dai petroldollari del Golfo, per sconfiggere i curdi nel nome della guerra globale al terrorismo, dopo aver mercanteggiato con l'Isis. Ha catturato la roccaforte curda di Afrin, scatenando dubbi nella comunità internazionale. In risposta Assad potrebbe convincersi a reagire stringendo un patto con la minoranza curda. Il commento di Alfredo De Girolamo ed Enrico Catassi sul Messaggero Veneto.

Il dramma della Siria, l'Occidente sta a guardare

Leggi tutto...

La Turchia invade la Siria, il mondo non reagisce

  • Pubblicato in Esteri

Erdogan sostiene che la guerra che sta conducendo in territorio siriano «non è contro i curdi ma soltanto contro lo Ypg» è chiaro che al momento non c’è più posto per i curdi ad Afrin. Dei circa 300 mila che popolavano la città all’inizio della battaglia almeno 250 mila sono fuggiti, la maggior parte verso i territori governativi, soprattutto ad Aleppo. Ankara progetta di trasferire nel cantone 170 mila rifugiati siriani, ma di etnia araba, la maggior. Secondo l’Osservatorio siriano per i diritti umani, vicino ai ribelli, 1400 persone sono rimaste uccise in due mesi di combattimenti e raid. L'articolo di Giordano Stabile su La Stampa.

Erdogan invade la Siria e conquista Afrin, città curda

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS