Contrastare Xi, la Cia apre due nuovi centri di missione

  • Pubblicato in Esteri

L’ex direttore della Cia John O. Brennan, che ha gestito un’ampia vasta riorganizzazione dell’Agenzia durante l’amministrazione Obama, ha espresso così il suo sostegno all’iniziativa di Burns: “Se c’è un Paese che merita il proprio centro di missione, questo è la Cina, che ha ambizioni globali e presenta la più grande sfida agli interessi degli Stati Uniti e all’ordine internazionale”. Gabriele Carrer su Formiche.

Aumentano le tensioni tra Cina e Stati Uniti

Leggi tutto...

Il mistero del rally dei mercati finanziari

Compra sul rumore dei cannoni, vendi al suono della tromba». L’adagio, il cui copyright in molti attribuiscono a Nathan Rothschild, richiama l’idea che lo scoppio della guerra sia un buon momento per investire in Borsa. Dopo, infatti, dovrebbe esserci il rally del mercato. Una convinzione supportata dalla realtà? L'editoriale di Vittorio Carlini su Il Sole 24 Ore.

Guerra in vista, borse "toro". E Trump lo sa

Leggi tutto...

Kim e Donald giocano alla guerra e c'è chi fa affari

  • Pubblicato in Esteri

Molti coreani (sostiene l'arcivescovo di Gwangju e presidente della Conferenza episcopale coreana, Hyginus Kim Hee-Joong, pensano che tutte le superpotenze coinvolte stiano usando questa tensione con la Corea del Nord per i loro interessi nazionali. Si dice che alcuni Paesi stiano ottenendo grossi guadagni, proprio strumentalizzando e prolungando questa tensione nella penisola coreana. Mentre l’unica strada per provare davvero a disinnescare i conflitti e avviare una reale riconciliazione sarebbe quella di «favorire il dialogo diretto tra Corea del Sud e Corea del Nord, senza l’intervento di nessun altro Paese estero».  L'editoriale di Gianni Valente su La Stampa.

La guerra di nervi tra Trump e Kim Jong-un arricchisce molti

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS