I grillini sono zombie e non lo sanno

Costretti a dire che Berlusconi – il quale si è giustamente infilato di traverso – in fondo non era poi così male.  (...) È nel Pd che si misura l'antimateria delle Cinque Stelle, questo modesto e patetico luna-park per poveracci, popolato da gente incapace di distinguere i tempi verbali dell'ipotesi, della certezza, della realtà. Il commento di Paolo Guzzanti su il Riformista

Pentastellati in via di estinzione dopo gli inutili Stati enerali

Leggi tutto...

Trump e Xi non vogliono la guerra, difficile evitarla

  • Pubblicato in Esteri

Le cose con la Cina vanno malissimo e l'unico conforto che abbiamo è sapere che tutte e due le parti – Pechino e Washington – non vogliono la guerra ma sanno anche che è sempre più difficile calcolare il modo di evitarla. Sono successe tre cose, anzi quattro. La quarta – ormai dimenticata – è che nel bel mezzo del Covid i cinesi si sono impossessati di Hong Kong e l'hanno ridotta al silenzio. Ricordate quelle decine di migliaia di giovani che per mesi protestavano con gli ombrelli scontrandosi con gli idranti della polizia? Sparita. Rapita di notte e portata nei gulag, ragazzini quindicenni di lingua inglese e di educazione occidentale deportati nei campi di rieducazione. Che ha detto l'Occidente? Niente. Lo potevano fare i cinesi? No: esisteva ed esiste un trattato perfettamente valido garantito dalle Nazioni Unite del 1984 che garantiva ad Hong Kong altri cinquant'anni di autonomia. Il commento di Paolo Guzzanti su Il Riformista.

Stati Uniti e Cina ai ferri corti

Leggi tutto...

La storia d'Italia degli anni Cinquanta

I ricordi di Paolo Guzzanti: "La mia maestra delle elementari, che ho già citato e che era una fascistona patriottica rossa anche lei e che fu la maestra anche di Alberto Ronchey con cui poi ce la litigammo nelle memorie, un giorno venne in classe tutta impettita, ci disse di aprire i quaderni, salì sulla cattedra e illuminata dal sole della finestra che dava sul Panteon, annunciò come se avessimo vinto una guerra: “Oggi le Nazioni Unite hanno affidato all’Italia un mandato speciale per l’amministrazione dell’ex colonia della Somalia”. Prendemmo nota con la penna di legno laccato e il pennino cambiabile che si ripuliva con lo straccetto e si intingeva nel calamaio in un buco del pesantissimo banco di quercia massiccia''. Paolo Guzzanti su Il Riformista.

L’Italia del 1950: cattolicissima, ateissima, comunistissima

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS