Ursula vuole Gentiloni all'Economia

  • Pubblicato in Esteri

Archiviata la stagione dei sovranisti contro l’establishment, l’Unione europea riscopre il conflitto di sempre: falchi contro colombe. Ovvero Stati del centro nord più rigoristi contro Paesi del sud più spendaccioni. La Lega è fuori dal governo, l’Italia è uscita dall’isolamento ed è stata accolta nel tavolo dei Paesi che contano, ma i problemi sono quelli di sempre. Il debito pubblico al 132% del Pil non è sparito e bisogna ancora rispettare i vincoli del Fiscal compact che ci impongono di ridurre il debito di un ventesimo all’anno. Il comento di Andrea Fioravanti su Linkiesta.

Bruxelles, Gentiloni verso gli Affari Economici (Paesi del Nord permettendo)

Leggi tutto...

Nomine Ue, stallo a Bruxelles

  • Pubblicato in Esteri

Sembra un conclave a tutti gli effetti: telefoni spenti, zero comunicazioni con l’esterno per evitare fughe di notizie, dentro ci sono solo i leader senza sherpa e senza portavoce, seduti intorno a un tavolo a scervellarsi per trovare un accordo su chi guiderà l’Ue in questa legislatura. Mentre scriviamo, mentre inizia con oltre 3 ore di ritardo la cena di lavoro del terzo consiglio europeo dopo il voto di maggio, a Bruxelles l’aria sa già di fallimento anche stavolta. Il comment di Angela Mauro su Huffington Post.

Il litigio sulle nomine Ue, Italia in un angolo

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS