Bruxelles, l'etica non riesce a trovare casa

  • Pubblicato in Esteri

L'Europa ha l'obbligo, così dicono i Trattati che la istituirono, di definire principi di trasparenza e integrità, e di insegnarli. Il Parlamento, la Commissione, il Consiglio dei governi, in tutto 43.167 dipendenti, devono sapere come combattere la corruzione e i conflitti di interesse, o come gestire correttamente i rapporti con le lobbies. In due parole: le istituzioni Ue devono essere un esempio per i propri cittadini.(...) I regali: «sono inaccettabili, in ogni circostanza» quelli di valore superiore ai 150 euro. Fra i 50 e i 150 euro sono accettabili, a condizione che non provengano da soggetti che possano mettere in dubbio l'indipendenza del funzionario o dirigente, e comunque bisogna dichiararli e finiscono in apposite liste. (...) Il 19 giugno 2013 il tedesco Manfred Weber, in quel momento capo del gruppo Ppe, vicepresidente dell’Europarlamento e portavoce ufficioso di Angela Merkel a Strasburgo, riceve uno smartphone marca Huawei dalla stessa. L'interessante commento di Milena Gabaneiii nel suo Data Room sul Corriere della Sera.

Allarme a Bruxelles, la corruzione "accarezza" le istituzioni europee

Leggi tutto...

Europeisti e sovranisti all'Ok Corral del 26 maggio

  • Pubblicato in Esteri

Il tedesco Manfred Weber, candidato dall'autunno alla presidenza della Commissione Ue, può contare sull'endorsement di Merkel e di tutta la Cdu, divisa ma ricompattata sulla Csu, non entusiasma né isocialdemocratici (Sdp) al governo nella Grande coalizione, né i liberali (Fdp) all'opposizione. Sono ovviamente contrari, sempre a destra, gli euroscettici e sovranisti di Alternative für Deutschland (AfD). E men che meno vogliono Weber i verdi tedeschi e, ovviamente, i sovranisti di Alternative fur Deutschland. Il commento di Barbara Ciolli sul sito Lettera43.

Bruxelles, la Germania punta alla presidenza della Commissione Europea

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS