L'Europa al servizio degli Stati Uniti

  • Pubblicato in Esteri

L'Europa sta dimostrando di non avere un'identità. E' palesemente costretta a deglutire qualunque boccone gli Stati Uniti ci facciano ingoiare, fa finta di credere che il nemico sia lì, appena passato il Baltico, pronto a saltarci addosso. È l'alibi che giustifica le nostre debolezze. Quando a Washington serviva che tirassimo dentro la Ue i suoi fedelissimi dell'Est, eccoci pronti alla bisogna. Ora sono proprio quei Paesi a paralizzare l'Unione ma pazienza, abbiamo fatto il nostro dovere. Nel 2008 Barack Obama ha piazzato in Romania e Polonia un sistema missilistico puntato verso Est e ci ha detto che serviva a proteggerci dai missili dell'Iran. Certo, ci prendeva per i fondelli, non si capiva perché l'Iran avrebbe dovuto fare la guerra all'Europa. Però abbiamo sorriso e deglutito. Il commento di Fulvio Scaglione sul sito linkiesta.

Ucraina in fiamme, l'Europa sta a guardare

Leggi tutto...

Caos Ucraina, Europa in un vicolo cieco

  • Pubblicato in Esteri

Il secessionismo è lo spettro che si aggira in Ucraina, in barba a ogni soluzione federale: perché è questo che vogliono Putin e i ribelli dell’Est rendendo il Paese ingovernabile. Fu proprio Putin, all’indomani dell’indipendenza del Kosovo dalla Serbia, ad affermare: «Questo è un precedente orribile che si ritorcerà contro gli occidentali». Mosca ha puntualmente applicato il diritto del Kosovo all’autodeterminazione per giustificare la protezione delle minoranze russe e l’intervento in Crimea dove il Kosovo è stato richiamato esplicitamente per aderire alla Federazione russa. Vale la pena ricordare che nel ’99 a Pristina, dopo i bombardamenti, prima delle truppe Nato arrivarono quelle russe, accolte dai serbi in festa, mentre lo sbarco anglo-americano era stato rallentato dall’ostruzionismo della Grecia. Un articolo di Alberto Negri su Il Sole 24 Ore.

Europa, attenta, Putin più pericoloso di Milosevic

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS