Trump ambiva al premio Nobel per la pace

  • Pubblicato in Esteri

Quando incontrò Kim nel lussuoso hotel Capella sull’isola-resort di Sentosa, Trump strinse la mano del dittatore per tredici secondi, gli diede una pacca sulla schiena e lo scortò sul sontuoso tappeto rosso. Kim era un reietto, probabilmente il peggior violatore di diritti umani al mondo, oltre che determinato a potenziare il suo arsenale nucleare. Eppure, Trump gli offrì una festa, inondandolo di complimenti e dichiarandosi onorato di essere in sua presenza. L’incontro fu minuziosamente allestito in modo da mettere entrambi i leader su un piede di parità, così da normalizzare l’autoritario Kim. Lo spettacolo era tanto stridente che anche il dittatore coreano ne colse la stranezza. Qualcuno lo sentì dire a Trump, attraverso l’interprete: «Saranno in molti a pensare che si tratti di una specie di fantasia... un film di fantascienza». Il commento di Philip Rucker e Carol Leoning su Linkiesta.

Gli Usa di Trump come in un reality

Leggi tutto...

Trump continua a minacciare l'Iran

  • Pubblicato in Esteri

Il 15 settembre il presidente degli Stati Uniti ha scritto su Twitter che le armi erano “locked and loaded” (cariche e pronte a far fuoco) per rispondere all’attacco contro le strutture petrolifere saudite. Tre giorni dopo, la minaccia di Trump ha partorito solo nuove sanzioni economiche contro l’Iran, che si aggiungono a quelle, già durissime, imposte in primavera su Internazionale. L'opinioe di Pierre Haski

Proclami di guerra tra Usa ed Iran

Leggi tutto...

Incontro Trump-Putin, l'Europa è un po' più sola

Il viaggio europeo di Donald Trump ha trasformato in realtà il timore dei più: quello di una erosione dell’Occidente e dell’ordine mondiale liberaldemocratico che ne è stata la cifra distintiva. Le bordate sferrate prima e durante il summit Nato di Bruxelles della settimana scorsa, e l’afflato amoroso con Putin al vertice di Helsinki di lunedì, vanno letti in sincrono. Sono le avvisaglie del cedimento di quel sistema euroatlantico che ha garantito pace, sicurezza e benessere per settant’anni. A Bruxelles, Trump era chiamato a rassicurare gli alleati sull’intenzione americana di continuare a considerare l’Alleanza Atlantica come principale baluardo dell’Occidente, Il commento di Marco Orioles sul Messaggero Veneto.

Trump, l'Ue è una potenza nemica degli americani

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS