Erdogan entra in suolo straniero

  • Pubblicato in Esteri

Erdogan è entrato in suolo straniero, alleandosi con le bande qaediste finanziate dai petroldollari del Golfo, per sconfiggere i curdi nel nome della guerra globale al terrorismo, dopo aver mercanteggiato con l'Isis. Ha catturato la roccaforte curda di Afrin, scatenando dubbi nella comunità internazionale. In risposta Assad potrebbe convincersi a reagire stringendo un patto con la minoranza curda. Il commento di Alfredo De Girolamo ed Enrico Catassi sul Messaggero Veneto.

La Turchia invade la Siria. E l'Occidente?

Leggi tutto...

Europa ingannata da Erdogan

  • Pubblicato in Esteri

Bruxelles ha tenuto fuori i turchi dall’Unione che però sono entrati in un nuovo mondo, dalle prospettive incerte per loro e oscure per noi. Ankara non è più stabilmente nel campo occidentale, dove pure è un membro storico della Nato, ma un Paese che per fronteggiare la sconfitta nella guerra siriana ha dovuto allearsi con la Russia di Putin e venire a patti con l’Iran sciita, per il momento il vero vincitore dei conflitti mediorientali. L'editoriale di Aberto Negri su Il Sole 24 Ore.

Questione migranti, problema ancora irrisolto

Leggi tutto...

Senza pace la Turchia di Erdogan

  • Pubblicato in Esteri

Gli scontri tra soldati turchi e Isis nel Nord della Siria hanno spinto il Califfato ad alzare il livello della sfida. Prende alle spalle gli avversari, cerca di causare vittime alle truppe (cosa avvenuta) come ai civili, squarcia la società. Inoltre i jihadisti potrebbero presentare le loro incursioni come una risposta al voltafaccia di Erdogan che ha scaricato una parte degli insorti segnando la sorte di Aleppo Est. Svolta resa possibile dal riavvicinamento diplomatico con Mosca, una linea che non piace certo agli islamisti. E questo apre anche uno scenario che vede protagonista Al Qaeda, magari attraverso militanti caucasici o asiatici. Guido Olimpio sul Corriere della Sera.

Erdogan, l'ambiguità ad Ankara

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS