Il mondo è in fiamme

  • Pubblicato in Esteri

 Il caos nel mondo è molto complesso. Lo scontro tra e civiltà è innegabile. Lo aveva capito genialmente Giovanni Paolo II, che si oppose alla guerra contro l’Iraq non per ingenuo pacifismo né per bontà d’animo (la guerra in Jugoslavia non sembra averlo troppo turbato) né certo per simpatia verso feroci tiranni come Saddam Hussein, ma per una straordinaria visione storico-epocale, per la consapevolezza che il conflitto con il mondo islamico sarebbe stato foriero di ulteriori conflitti e squilibri sanguinosi e che la caduta di abietti regimi tirannici non avrebbe creato democrazie, ma altri totalitarismi, forse più pericolosi perché atomizzati e incontrollabili. Le considerazioni del prof. Claudio Magris sul Corriere della Sera.

Siamo nella quarta guerra mondiale

Leggi tutto...

Le complicità che hanno favorito i fondamentalisti islamici

  • Pubblicato in Esteri

Se si vuole salvare la Siria ma anche l'Iraq, la guerra tra mezzaluna sciita e mezzaluna sunnita deve fermarsi. Quello in atto è un conflitto all'interno dell'Islam che si è aperto con la rivoluzione iraniana di Khomeini nel 1979, quando l'anno seguente Saddam Hussein attaccò Teheran con il beneplacito dell'Occidente e gli aiuti finanziari delle potenze del Golfo. Il Raìs allora uccise con i gas 5mila curdi ma nessuno, neppure l'Onu, pronunciò una parola di condanna. La guerra finì con un milione di morti senza mutare di un centimetro le frontiere sullo Shatt el Arab. Così Alberto Negri su Il Sole 24 Ore.

L'Occidente deve fermare gli islamici dell'Isis

Leggi tutto...

Il mondo continua a pagare l'errore dell'invasione di Baghdad

  • Pubblicato in Esteri

L'Occidente continua a rischiare grosso. Farsi coinvolgere militarmente in Iraq è un'opzione che gli Stati Uniti scartano a priori ma qualcosa occorre pur fare. Il governo di Baghdad è troppo debole per far fronte all'attacco dei guerriglieri dell'Isis. Un accordo con l'Iran sembra necessario. Anche se Israele guarda con sospetto questo avvicinamento di Obama a Teheran, nemico storico di Tel Aviv.  Così Roberto Toscano su La Stama.

Iraq, trascorsi 11 anni e non è ancora finita

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS