Il mondo è alla frutta, parola di Steve Bannon

  • Pubblicato in Esteri

Parla alla festa di Atreju di Fratelli d'Ialia il buon Steve Bannon, l'ex consigliere del presidente Usa Donald Tump: «L'inverno sta arrivando». È una citazione tratta dalla popolarissima serie televisiva “Il Trono di Spade” e non parla propriamente di meteorologia. L'inverno evocato dalla fiction è l'annientamento finale del mondocome lo abbiamo conosciuto, la scomparsa dei popoli e delle dinastie e la loro trasformazione in schiavi di oscuri signori del ghiaccio chiamati Estranei. Il commento di Flavia Perina su linkiesta.

Bannon parla di una imminente crisi economica peggiore di Lehman

Leggi tutto...

Di Maio, Salvini e Meloni politici senza laurea

Silvio Berlusconi, l’anziano leader della destra rinfaccia al candidato del M5S Luigi Di Maio quei due «buchi» nel curriculum, facendone strumento di propaganda, dovrebbe ricordare che non solo ha accusato per anni vari alleati d’essere mestieranti dediti solo alla politica (vedi Bossi) ma che i suoi due principali appoggi di oggi hanno esattamente gli stessi «buchi». Non è laureata, non ha mai avuto un lavoro stabile (baby sitter da Fiorello?) e ha una poltrona politica da quando aveva 22 anni (consigliera provinciale) Giorgia Meloni. E non è laureato (14 anni fuori corso), non ha mai avuto un lavoro fisso (qualche mese in un fast food Burghy?) e ha una poltrona politica da quando aveva 20 anni (consigliere comunale) Matteo Salvini. Della serie travi e pagliuzze… L'editoriale di Gian Antonio Stella sul Corriere della Sera.

I leader non laureati della oolitica italiana, non solo Di Maio

Leggi tutto...

Alle politiche con mistificazioni da una parte e dall'altra

Massimo Recalcati. "L'uomo non è padrone nemmeno a casa propria". Ma perché non è padrone? Perché è certamente alle prese con l'ingovernabilità tra la sua vita e la sua coscienza. L'Io dovrebbe impedirla e spesso questa ingovernabilità viene risolta, ma l'Io a sua volta è un vigilante vigilato: da un lato vigila sulle sue passioni, buone o cattive che siano, e dall'altro le festeggia anche lui ed anzi ne accresce la potenza. Così le passioni diventano sempre più irruenti e rendono la tua coscienza verso il tuo prossimo e verso te stesso sempre più fragile. Questo è il problema. È politico? Sì è anche politico, anzi lo è soprattutto perché la politica è il confronto tra il pubblico e il privato, tra gli interessi particolari e quello generale. L'editoriale di Eugenio Scalfari su la Repubblica.

Un uomo solo al comando? Da non non si può. Si rassegnino M & S

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS