Macron non è Renzi

  • Pubblicato in Esteri

Emmanuel Macron non è Renzi (meno che mai un giovane Berlusconi). Non è né il nuovo che avanza né un politico senza esperienza. Ha soltanto capito, ma questa è una lezione importantissima, per tutti, che era cosa buona e giusta sfidare chi non si mostrava sufficientemente europeista e che, in Francia, esiste un elettorato che vuole una guida di centro-sinistra, rassicurante e non aggressiva, competente e non improvvisata. Poiché in un’elezione presidenziale conta anche e molto la personalità del candidato, Macron ha goduto di tre elementi positivi. L'editoriale di Gianfranco Pasquino sul Mesaggero Veneto.

Eliseo, Macron favorito ma attento a Le Pen

Leggi tutto...

I francesi non amano nè Macron nè Le Pen

  • Pubblicato in Esteri

Innanzitutto, due grandi cadaveri riversi. Quello del Partito socialista, che ha impiegato dieci anni per prendere atto della propria disfatta, per quanto annunciata. Ma anche quello di Les Républicains, o del Rassemblement pour la République, o dell’Union pour un mouvement populaire, non so più, c’è da confondersi: tutti questi nomi non furono altrettanti salvagenti in uno stesso interminabile naufragio? Un cambiamento d’epoca, in ogni caso. L'editoriale di Bernard-Henri Lévy sul Corriere della Sera.

La Francia, la scelta tra Macron e Le Pen. Partiti storici out

Leggi tutto...

Presidenziali in Francia, Ue in un bivio

  • Pubblicato in Esteri

Le istituzioni Ue mostrano, da tempo, i segni dell’usura: spesso rispondono con difficoltà e lentezza alle sfide di un mondo globalizzato; serpeggia l’insoddisfazione; la collaborazione cede il passo alle contrapposizioni. Nel dibattito politico, le voci critiche tendono a prevalere; anche in Italia, attaccare l’Unione sembra pagare in termini di consenso. L'editoriale di Enzo Moavero Milanesi sul Corriere della Sera.

/ maggio, i problemi di Macron, della Francia e dell'Europa

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS