L'Europa al servizio degli Stati Uniti

  • Pubblicato in Esteri

L'Europa sta dimostrando di non avere un'identità. E' palesemente costretta a deglutire qualunque boccone gli Stati Uniti ci facciano ingoiare, fa finta di credere che il nemico sia lì, appena passato il Baltico, pronto a saltarci addosso. È l'alibi che giustifica le nostre debolezze. Quando a Washington serviva che tirassimo dentro la Ue i suoi fedelissimi dell'Est, eccoci pronti alla bisogna. Ora sono proprio quei Paesi a paralizzare l'Unione ma pazienza, abbiamo fatto il nostro dovere. Nel 2008 Barack Obama ha piazzato in Romania e Polonia un sistema missilistico puntato verso Est e ci ha detto che serviva a proteggerci dai missili dell'Iran. Certo, ci prendeva per i fondelli, non si capiva perché l'Iran avrebbe dovuto fare la guerra all'Europa. Però abbiamo sorriso e deglutito. Il commento di Fulvio Scaglione sul sito linkiesta.

Ucraina in fiamme, l'Europa sta a guardare

Leggi tutto...

Ucraina, il traguardo della pace si allontana

  • Pubblicato in Esteri

La crisi europea innescata da Vladimir Putin ha, tra gli altri, questo effetto: quello di fare regredire le relazioni internazionali, rivelando tutta la fragilità degli scenari ottimistici sia della globalizzazione che dell’integrazione europea, al loro livello più basico e tradizionale (qualcuno dirà più autentico), della diplomazia dei singoli Stati, del territorio, dell’uso della forza, del nazionalismo.  Un editoriale di Roberto Toscano su La Stampa.

Non sarà facile nello stesso tempo fermare Putin e contrastare questa regressione sistemica. 

Il rischio della terza guerra mondiale

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS