Quella guerra tra Merkel-Macron e i Paesi del Nord Europa

  • Pubblicato in Esteri

Ci voleva probabilmente una pandemia per far comprendere ai vertici della politica tedesca che il MES – Meccanismo Europeo di Stabilità, concepito in altri tempi e con rigore ideologico neoliberista, non poteva essere lo strumento adatto a fronteggiare le sfide poste da un cataclisma sociale ed economico di vasta portata, quello frutto del Covid-19. Così anche Angela Merkel è stata costretta ad ammettere nel presentare l'accordo sul Recovery Fund proposto dall'"aquila bicipite" franco-tedesca, che lo Stato nazione non ha futuro. dopo qualche tempo è tornata a farsi sentire indirizzando le linee di un'Unione Europea seriamente a rischio di deragliare per la rigidità dei cosiddetti "falchi", i Paesi austeristi del nord (Svezia, Danimarca e Olanda in primis), sulle misure di contrasto alle conseguenze socio-economiche della pandemia. Il commento di Cristiano Puglisi su il Giornale.

L'introduzione del Recovery fund non piace ai Paesi del Nord

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS