Se sarà Brexit, Gran Bretagna nei guai

  • Pubblicato in Esteri

La minaccia di un'uscita senza accordo (no deal) il 31 ottobre, ripetuta insistentemente da Johnson, continua ad aleggiare sull'economia britannica, che avrebbe grosse difficoltà a riprendersi a questo trauma. Di fatto lo smantellamento di decenni di integrazione europea potrà essere fatto solo a costo di profondi cambiamenti economici. Il commento di  Aude Martin su Vox Europ.

Brexit, i costi dell'abbandono per Londra

Leggi tutto...

L'Italia del Conte 2 a sovranità limitata

  • Pubblicato in Esteri

Ogni tentativo di cambiare l’Ue sembra infrangersi clamorosamente. I palazzi dell’establishment si sono arroccati, e resistono. Ripetono gli errori, replicano i modelli farlocchi, continuano nei percorsi che hanno trasformato il sogno europeo in un incubo (si veda il modo in cui è stata eletta alla presidenza della Commissione Ursula van der Leyen). Ma nulla sembra scalfirli. Vuoi fare la Brexit? Finisci arrosto. Vuoi sfidare le regole Ue? Finisci al Papeete. O ti adegui, come hanno fatto i Cinque stelle, oppure vieni massacrato. Perché tutto si può cambiare, ma non il fatto che le decisioni importanti si prendono lassù. Il commento di Mario Giordano su Panorama.

Conte 2 consegna le chiavi di Palazzo Chigi all'Europa

Leggi tutto...

La Gran Bretagna verso il disastro

  • Pubblicato in Esteri

Che vada a finire male, anzi malissimo, è ormai una certezza. Si tratterà di vedere se la Gran Bretagna sia destinata all’implosione statuale - come già si avverte a Edimburgo e a Belfast - o se si “limiterà” a pagare un prezzo sempre più alto : fuga di imprese, banche e capitali, deprezzamento della sterlina, tensioni politiche e sociali, crollo del mercato immobiliare. Secondo tutti gli indicatori, le conseguenze saranno drammatiche, ma ancora più costoso sarà - se mai ci sarà - il rinsavimento, ossia la ricostruzione nel tempo di accordi, inevitabilmente al ribasso, con la Comunità Europea. Il commento di Massimo Nava su Linkiesta.

 

Con Boris a Downing Street Londra in difficoltà

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS