Gli Usa sbandano e Trump prende uno schiaffo

  • Pubblicato in Esteri

Il protezionismo commerciale degli Stati Uniti d'America, le restrizioni all’immigrazione e il rifiuto del multilateralismo da parte di Trump avrebbero mandato in tilt l’economia. Finora queste paure non hanno trovato conferma. Eppure, lungi dal placare il dibattito sull’agenda ispirata allo slogan “America First” e sui suoi effetti economici, gli odierni indicatori positivi hanno sollevato ancora più interrogativi sulla direzione dell’economia. Il commento di 

Gl Usa crescono, il merito non è di Trump

Leggi tutto...

Elezioni a Berlino, l'Ue ad un bivio

  • Pubblicato in Esteri

La vittoria di Emmanuel Macron alle elezioni presidenziali francesi, e un comodo vantaggio nei sondaggi di opinione dell’Unione Cristiano-Democratica, il partito di Angela Merkel, prima delle elezioni politiche generali in Germania del 24 settembre, hanno determinato un’apertura a favore della riforma della zona euro. L’euro è sempre stato un progetto franco-tedesco. Con un nuovo leader dinamico in un paese, ed un nuovo mandato popolare nell'altro, oggi la Francia e la Germania hanno l’opportunità di correggere i difetti più gravi della loro creatura. L'editoriale di Barry Eichengreen su Il Sole  24 Ore.

Leggi tutto...

Errori nel passato insegnano come reagire alle crisi

Questo mese si celebra l'anniversario della crisi finanziaria asiatica o più precisamente, dell'evento che il 2 luglio 1997 provocò la crisi: la svalutazione del baht thailandese. Se da un lato questi anniversari non sono motivo di festeggiamento, dall'altro offrono l'opportunità di guardare al passato e analizzare ciò che è cambiato e, cosa ugualmente importante, ciò che non è cambiato. L'editoriale di Barry Eichengreen su Il Sole 24 Ore.

1997, la prima crisi globale è nata in Thailandia

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS