L’Ue vuole rompere il ghiaccio tra Usa, Cina e Russia

  • Pubblicato in Esteri

“L’intensificarsi dell’interesse per le risorse e le vie di trasporto dell’Artico potrebbe trasformare la regione in un’arena di competizione locale e geopolitica” (...) Il Mar glaciale Artico sta salendo tra gli interessi strategici di potenze rivali all'Ue, come la Russia e la Cina, e sta diventando un altro ambito di competizione geopolitica che coinvolge anche Stati Uniti e Regno Unito (...) Per l'Europa, l'Artico, regione definita di "fondamentale importanza strategica per l'Unione europea, in considerazione del cambiamento climatico, delle materie prime e dell'influenza geostrategica", "deve rimanere una regione di bassa tensione e di cooperazione multilaterale pacifica" – "pacifica, sostenibile e prospera".Il commento di Gabriele Carrer ed Emanuele Rossi su Formiche.

Prossimo fronte tra Usa, Cina, Russia ed Europa: il mar glaciale Artico

Leggi tutto...

La Cina di Xi vede lontano, aggredisce il Polo Nord

  • Pubblicato in Esteri

Oggi da Shanghai a Rotterdam, attraverso la rotta tradizionale del Canale di Suez, bisogna navigare per 48-50 giorni, con la via polare si scende a 33 giorni. Accorcerà di una settimana anche il viaggio che unisce Atlantico e Pacifico costeggiando Groenlandia, Canada e Alaska, rispetto al passaggio attraverso il canale di Panama. Navi cinesi hanno già collaudato entrambi le rotte. A fine maggio, il vice primo ministro russo Maxim Akimov ha annunciato che anche Mosca potrebbe unirsi al progetto di Pechino. Le interessanti considerazioni nel Data Room di Milena Gabanelli sul Corriere della Sera.

Il mondo litiga, la Cina di Xi mette le mani sul tesoro della Groenlandia

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS