Ue, Francia e Germania flirtano e l'Italia è fuori

  • Pubblicato in Esteri

“Germania e Francia hanno una responsabilità speciale per l’Europa”. È con queste parole che il presidente del Bundestag tedesco Wolfgang Schauble ha aperto la prima storica seduta del parlamento franco tedesco: 50 deputati da Parigi e 50 da Berlino che si incontreranno due volte all’anno, come previsto dal Trattato di Aquisgrana, per promuovere e monitorare politiche di comune interesse, come la politica estera, la difesa e la sicurezza. L'editoriale di Francesco Cancellato su sito Linkiesta.

 

Sarà Angela Merkel l'erede di Juncker?

Leggi tutto...

I leader, o sedicenti tali, "assassini" dei partiti storici

Quando il partito personalizzato diventa partito personale, le cose si fanno complicate. Il partito inizia e finisce con il leader. La successione è impraticabile: è il caso di Berlusconi e Forza Italia. Singolarmente, sembra però seguire una strada non molto diversa anche un partito che, al contrario, vanta una lunga tradizione di leadericidi, ma diventato poi partito del capo. Con Renzi: il leader che voleva sbloccare il Paese e ha finito per congelare il proprio stesso partito. Il commento di Fabio Bordignon sul Messaggero Veneto.

La trasformazione dei partiti in partiti personali, un disastro

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS