L'Europa nell'angolo, Germania e Francia reagiscono

  • Pubblicato in Esteri

Al di là del caso italiano, in tutta Europa si è consolidata l’impressione di una sostanziale disunione, rafforzata dal balletto delle dichiarazioni che hanno accompagnato le trattative sul piano per la ripresa. Ora diversi indizi lasciano pensare che, al contrario di quanto è accaduto in passato, le istituzioni europee stiano mettendo a punto una risposta adeguata alla crisi che ha investito il nostro continente. Le iniziative assunte nel corso delle ultime settimane dal Consiglio, dalla Commissione e dalla Banca Centrale Europea sono senza precedenti, sia in termini di rapidità che di dimensione. L’intesa raggiunta da Germania e Francia apre la strada a ulteriori, positivi, sviluppi. Il commento di Giuliano Da Empoli su Linkiesta.

La disunione europea

Leggi tutto...

In salita il Recovery Fund, Paesi del Nord contrari

  • Pubblicato in Esteri

La proposta franco-tedesca (500 miliardi di euro a fondo perduto, ndr) ha subito incontrato un secco No dei Paesi del fronte del Nord. “Ho appena avuto un buono scambio con i primi ministri di Danimarca, Paesi Bassi e Svezia sull’attesa proposta della Commissione Ue sul Recovery Fund. La nostra proposta rimane invariata”, ha fatto sapere il cancelliere austriaco Sebastian Kurz. In altre parole, “siamo pronti ad aiutare i Paesi più colpiti con prestiti”. Traduzione: niente da fare per le sovvenzioni, il Nord può al massimo concedere solo crediti da rimborsare. Il commento di Claudio Paudice su Huffington Post.

Il piano franco-tedesco di 500 miliardi di euro non decolla

Leggi tutto...

Ritorna la battagia sul Mes, la barricata degli olandesi

  • Pubblicato in Esteri

Gli Stati membri hanno ancora molto da discutere sulle caratteristiche della nuova linea di credito decisa dall’Eurogruppo dello scorso 9 aprile e con operatività a partire dal primo giugno, insieme al resto del pacchetto di 540 miliardi di euro (Bei, piano Sure della Commissione). Va detto che, se venerdì ci sarà un accordo, un board dei governatori del Mes il 14 maggio potrebbe decidere di rendere operativa la nuova linea di credito pandemica già per quella data. Il commento di Angela Mauro su Huffington Post.

L'Olanda di Rutte non arretra, sul Mes ci vanno i controlli Ue

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS